ASSISI (Pg). Dipinto di Tiberio d’Assisi con Sant’Antonio abate

Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco, Cristo crocifisso tra angeli e i santi Leonardo, Antonio abate, Francesco e Chiara (inizi XVI sec.), dipinto su tavola di Tiberio d’Assisi (circa 1470-1524), già nella cappella di Sant’Antonio abate della basilica inferiore di San Francesco.

Tiberio Ranieri di Diotallevi (Assisi, 1470 circa – 1524) è stato un pittore italiano del Rinascimento.
Conosciuto generalmente col nome di Tiberio d’Assisi, potrebbe essere stato allievo, insieme con il concittadino d’Aloigi da Assisi, detto l’Ingegno, del Perugino e del Pinturicchio, che seguì a Roma quando il Maestro umbro dipinse nella basilica di Santa Maria del Popolo (nella Cappella del Presepio) e nell’Appartamento Borgia, dal 1485 al 1495.
Nei primi anni novanta era già pittore indipendente: operò nella cattedrale di Perugia nel 1495, poi in Assisi, affrescando la Porziuncola, in Santa Maria degli Angeli, e in numerose chiese dell’Umbria.
Il suo stile risente dell’imitazione del Pinturicchio e del Perugino.


Regione Umbria

Categorie: Immagini, Schede