TORINO. Palazzo Madama, Museo Civico d’Arte Antica, Statua lignea di Sant’Antonio Abate

Museo Civico d’Arte Antica. Palazzo Madama, Piazza Castello

 

Statua lignea di tiglio scolpito e dipinto, cm 118,5 x 34 x 8, di scultore renano.

Acquisto del Museo avvenuto nel 1972.

 

Fase cronologica:
circa 1500.

 

Bibliografia:
G. GENTILE, in S. Pettinati, G. Romano (a cura di) Il tesoro della città. Opere d’arte da Palazzo Madama, catalogo della mostra di Stupinigi, Torino 1996, p. 17, n. 20.
Enrica PAGELLA (a cura di), Museo Civico d’Arte Antica di Torino, acquisti e doni 1971-2001, Torino 2004.

Rilevatore: Feliciano Della Mora

Data ultima verifica sul campo: 20/01/2007

 

TORINO. Chiesa Ss. Annunziata, statua di Sant’Antonio abate

Torino, via Po, 45, angolo via Sant’Ottavio.

Chiesa Parrocchiale della Santissima Annunziata, ricostruzione moderna (1919-29) di una precedente, barocca, costruita tra il 1648 ed il 1657 su progetto di Carlo Morello.
La vivace facciata è aperta inferiormente d’atrio (in continuazione dei portici) e superiormente da loggia.
Essa sorge sul sedime del precedente edificio religioso divenuto ormai insufficiente ai bisogni dei fedeli.
L’interno vasto e slanciato, ad una navata con cappelle laterali intercomunicanti, custodisce, fra l’altro, una statua del Santo, proveniente dalla precedente chiesa antoniana.

L‘antica chiesa, costruita dalla Confraternita della Ss. Annunziata nel 1648, era posta sulla attuale via S. Ottavio.
Agli inizi del XX sec. si rivelava poco capace ad ospitare i numerosi parrocchiani, dato l’aumento significativo della popolazione cittadina. Si rendeva quindi necessario l’abbattimento della vecchia chiesa, per consentire lo sbocco di via S. Ottavio in via Po. Tra il 1918 ed il 1935 si completò la costruzione.
La chiesa è realizzata a pianta longitudinale con navata unica sulla quale si aprono cinque cappelle per lato.
La facciata è in travertino romano, unica in Torino. Il portale d’ingresso in bronzo è opera di Giacomo Buzzi Reschini (1934).
L’isolato successivo a quello dove sorge l’attuale chiesa era un tempo parzialmente occupato dalla chiesa di Sant’Antonio abate (eretta negli anni venti del sec. XVII e demolita prima del 1830). L’accesso a questa chiesa è ancora testimoniato sulla via da due colonne addossate ai pilastri del portico e da alcuni elementi decorativi.
Attualmente l’isolato ospita due istituzioni culturali.

La statua marmorea di Sant’Antonio Abate, della metà del 1600, apparteneva al Convento di S. Antonio, che aveva sede al fondo della via Po. Chiuso il convento, e poi anche la relativa cappella all’epoca napoleonica, alcuni devoti per timore che venisse rubata la consegnarono, di notte, alla Confraternita della Ss. Annunziata.
Attualmente è collocata nella Cappella del Sacro Cuore di Gesù, ultima cappella laterale a sinistra.

 

Bibliografia:
Italo RUFFINO, Storia ospedaliera antoniana, Studi e ricerche sugli antichi ospedali di Sant’Antonio Abate, Effatà Editrice, Cantalupa 2007.

Link: http://www.annunziata.to.it

Fruibilità: Normalmente aperta. Email: info@annunziata.to.it       tel. 0118171423

 

Rilevatore: Feliciano Della Mora

Data ultima verifica sul campo: 21/12/2013

Provincia: TO

TORINO. Museo Civico d’Arte Antica, Palazzo Madama, statua lignea di Sant’Antonio abate

Museo Civico d’Arte Antica. Palazzo Madama. Piazza Castello.

 

Statua lignea di noce scolpito e parzialmente dipinto, cm 62 x 23 x 3,5.

Acquisto del 2000, proveniente dal coro ligneo già nella chiesa abbaziale di Staffarda (Cn).

Opera di scultore savoiardo.

Fase cronologica:
1520-1525

 

Bibliografia:
 – G. GENTILE, in E. Pagella (a cura di) 2001, pp. 138-139, n. 49
– G.GENTILE, in G. Romano (a cura di), pp. 267-277
 – Museo Civico d’Arte Antica, s.d. (ma 2002), p. 5
– Enrica PAGELLA (a cura di), Museo Civico d’Arte Antica di Torino, Acquisti e doni 1971-2001, Torino 2004

Rilevatore: Feliciano Della Mora

Data ultima verifica sul campo: 20/01/2007