NOVALESA (To). Cappella di Sant’Antonio Abate

La cappella di Sant’Antonio sorge isolata nell’omonima località a Novalesa in Valle di Susa. Via Sant’Antonio, 13.
https://goo.gl/maps/PSonJX9cw8qNPTkA8

La cappella è citata per la prima volta nel 1598, anno in cui fu beneficiata di un legato.
La cappella fu distrutta nel 1884 a causa di una valanga e venne ricostruita nel 1889 sul medesimo sito.
La cappella, nuovamente distrutta da una valanga, fu ricostruita su di un sito diverso rispetto al precedente, nel 1892

La facciata, intonacata, è profilata a capanna e conclusa agli spigoli da paraste; la porta è sovrastata da una finestrina a mezzaluna. Le due falde del tetto sopravanzano il filo della facciata a proteggerne l’ingresso. L’interno si sviluppa secondo uno schema a navata unica conclusa da abside semicircolare. Recentemente restaurata.

 

 

Link:
http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it/chieseitaliane/schedaca.jsp?sercd=8606

 

Rilevatore: Ersilio Teifreto

Data ultima verifica sul campo: 30/04/2012 – aggiornamento 14 dicembre 2021

 

GENOLA (Cn). Loc. San Ciriaco. Cascina Damiano, affresco raffigurante la Madonna con il Bambino e sant’Antonio abate

Loc. San Ciriaco, cascina Damiano.

Affresco murale cinquecentesco che si trova sulla facciata della cascina denominata Damiano, ubicata in località San Ciriaco.
Ritrae la Madonna con il Bambino e Sant’Antonio abate.

 

Rilevatore: Ersilio Teifreto

Data ultima verifica sul campo: 30/04/2012

 

GAMBASCA (Cn), loc. Furnas. pilone con affresco raffigurante sant’Antonio abate

PILONE VOTIVO – Lungo Via Comba Nari – Località Furnas

Struttura in pietra, con tetto in lose, affrescata sia internamente che esternamente.
Sulle pareti esterne sono visibili dipinti raffiguranti san Chiaffredo e sant’Antonio Abate ad opera di un pittore al momento non identificato.
Sulla facciata è visibile un motivo decorativo floreale che contorna la nicchia, anch’essa riccamente affrescata.

 

Rilevatore: Ersilio Teifreto

Data ultima verifica sul campo: 01/05/2012