BERGAMO. Chiesa di Spirito Santo, Lorenzo Lotto, pala d’altare con Madonna e Santi (sant’Antonio abate).

Chiesa di Spirito Santo è in via Torquato Tasso, 100, 24121 Bergamo BG

La chiesa ha origini trecentesche, ma nella prima meto del XVI secolo l’architetto Pietro Isabello la riprogettò, ingrandendola e conferendole impianto rettangolare a navata unica. Colonne di arenaria poste su un alto basamento e decorate da rilievi intervallano le cappelle – cinque per lato – ricavate nello spessore dei muri perimetrali. L’Isabello lasciò l’opera incompiuta e solo nel XVIII secolo l’incarico di continuarla fu affidato a Giambattista Caniana; altri lavori interessarono a metà Ottocento il coro, rifatto su disegno di Vincenzo Lucchini.
Parte di notorietà di Santo Spirito è legata all’importante stirpe bergamasca dei Tasso, che la scelsero come chiesa sepolcrale; all’interno erano collocati diversi monumenti funerari della famiglia. Tre di questi esistono ancora: le tombe di Agostino e Domenico si trovano nella quinta cappella di sinistra, quella del vescovo Luigi è nel passaggio della sacrestia.

La chiesa conserva opere pittoriche di pregio, in particolare la pala eseguita da Vincenzo Lotto nel 1521 che raffigura la “Madonna con il Bambino, Santa Caterina d’Alessandria, Sant’Agostino, San Sebastiano e Sant’Antonio Abate”.

La pala dell’altare è un dipinto a olio su tavola (287 x 268 cm). L’opera è firmata e datata “L. Lotus / 1521”. Raffigura la “Madonna con il Bambino Santa Caterina d’Alessandria, Sant’Agostino, San Sebastiano e (all’estrema destra) Sant’Antonio abate”.

 

 

Fruibilità: feriale 7,00-11,30 e 16,00-18,30; festivo 8,00-12,00 e 16,00-19,00 (l’orario può essere soggetto a variazioni). Orari funzioni religiose: 7,30; 9,00; 18,00; prefestive 18,00; festive 9,00-10,00 -11,00,18,00.

Link: www.visitbergamo.net/it/dettagli-oggetto/938-chiesa-di-santo-spirito/

Data compilazione scheda: 29 – 03 – 2018
Rilevatore: Valter Bonello

BERGAMO. Accademia Carrara, olio su tavola raffigurante San Ludovico da Tolosa e Sant’Antonio Abate.

Accademia Carrara – Collezione Carrara 1796

Olio su tavola dipinto da Antonio Marinoni e bottega (già maestro del Romacolo) (1510-1520) Desenzano al Serio, Bergamo, documentato dal 1494 – ante 1541, raffigurante San Ludovico da Tolosa e Sant’Antonio Abate.
La tavola proviene da un polittico smembrato, anticamente collocato nella chiesa del convento dei francescani del Romacolo, presso Endenna in Val Brembana.
Il complesso era organizzato su due registri che ospitavano le figure dei Santi, mentre gli Apostoli, insieme a una tavoletta con il Cristo in Pietà e i santi Pietro e Andrea, ora in collezione privata, sono ciò che resta della predella.
La Bottega dei Marinoni era una vera e propria impresa famigliare ed era attiva nel territorio bergamasco sia per dipinti su tavola sia per affreschi.

 

Fruibilità: Aperto dalle 9.30 alle 17.30 chiuso il mercoledì.
Piazza Giacomo Carrara, 82 – 24121 –Bergamo – Tel. +39 035 4122097
Uffici: Bergamo, Via San Tomaso, 53 +39 035 234396, info@lacarrara.it – Servizi educativi: +39 035 234396 #2, servizieducativi@lacarrara.it

Data compilazione scheda: 29 – 03 – 2018

Rilevatore: Valter Bonello