LA MORRA (CN), frazione Berri. Chiesa di Sant’Antonio abate

Frazione Berri. Borgata Croera, 1
https://goo.gl/maps/gErSZy3ziQUJ6zgPA

 

Nel 1698 l’edificio fu oggetto di visita da parte del vescovo di Alba monsignor Roero (descrizione intero bene) .
L’esterno, interamente intonacato e preceduto da un portico con accesso rialzato, richiama la suddivisione interna in campate tramite lesene collocate sui prospetti laterali.
Sulla facciata dipinti sacri tra cui a sinistra, sant’Antonio abate.

La cappella è un edificio ad aula a pianta rettangolare coperto da volta a botte unghiata che imposta su una trabeazione sorretta da lesene che scandiscono lo spazio in due campate, con abside preceduta da presbiterio voltato a vela. L’altare originario è inglobato in una struttura in muratura che anticipa, celandolo, un coro posto nell’area presbiteriale e accessibile da due porte munite di tenda aperte ai lati della mensa. Statua di Sant’Antonio abate a sinistra dell’altare.

 

Link:
http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it/chieseitaliane/schedacc.jsp?sinteticabool=true&sintetica=true&sercd=10233#

http://www.comune.lamorra.cn.it/

Data compilazione scheda: 27/12/2021
Rilevatore: AC

CERESOLE D’ALBA (CN). Chiesa di Sant’Antonio abate

Via Regina Margherita, 21 / Via Sant’Antonio

 

La chiesa, menzionata per la prima volta nel 1632, ha impianto rettangolare, con aula notevolmente elevata in rapporto alle dimensioni di base. L’attuale edificio risale al 1903, è in paramano, in buono stato di conservazione. A sinistra del corpo principale è stato costruito successivamente un secondo blocco edilizio che ospita la sacrestia. Il campanile sorge a ridosso di tale corpo, sulla sinistra del presbiterio.
Il corpo principale è illuminato da finestre rettangolari, aperte in fregio ai muri perimetrali, in numero di quattro per lato, e da un oculo posto in facciata.
L’interno è spoglio e privo di decorazioni; non vi sono volte, ma un solaio piano in calcestruzzo armato con travi intradossali.

Aperta la Festa di Sant’Antonio abate (17 Gennaio) quando vi era la tradizionale benedizione del bestiame e asta dei Prodotti della Terra

 

Link:
http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it/chieseitaliane/schedacc.jsp?sinteticabool=true&sintetica=true&sercd=10150#

https://www.comune.ceresoledalba.cn.it/it-it/vivere-il-comune/cosa-vedere/chiesa-di-sant-antonio-abate-sec-xviii-21086-1-f44d9927af0598a4bca947659fcc87af?scheda

Data compilazione scheda: 27/12/2021
Rilevatore: AC

TOCENO (VB). Chiesa parrocchiale di Sant’Antonio abate

Toceno è in Val Vigezzo. La chiesa sorge in Piazza della Chiesa.
https://goo.gl/maps/wG4MTMgUP3AaB5vA8

 

La prima parrocchie di Toceno fu il cinquecentesco oratorio di Sant’Antonio di Padova, ma presto si rese necessaria la costruzione della Chiesa Parrocchiale di Sant’Antonio Abate, edificata nel 1600 nella piazza centrale del paese.
la struttura, ampliata tra il Settecento e il 1806, fu consacrata nel 1824 dal vescovo di Novara Giuseppe Morozzo Della Rocca.

La facciata a capanna della chiesa, rivolta a nordovest e anticipata dal pronao caratterizzato da archi a tutto sesto sorretti da colonne e pilastri, presenta al centro il portale d’ingresso e, sopra, il rosone e un oculo.
L’interno dell’edificio, che si compone di un’unica navata in stile neoclassico, è scandita da lesene e presenta delle cappelle laterali introdotte da archi a tutto sesto; al termine dell’aula si sviluppa il presbiterio, rialzato di alcuni gradini e chiuso dall’abside.
Qui sono conservate diverse opere di pregio, tra le quali gli affreschi del presbiterio raffiguranti la Nascita di Gesù e l’Adorazione dei Magi, eseguiti da Lorenzo Peretti, dello stesso autore l’ancona con le Tentazioni di Sant’Antonio, e l’affresco della cupola con soggetto la Gloria di Sant’Antonio, dipinto da Carlo Maria Gasparoli tra il 1840 e il 1841.

Il 17 gennaio, festa del Santo Patrono, Toceno rivive ogni anno l’antica tradizione della benedizione degli animali.

 

Info:
https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_di_Sant%27Antonio_Abate_(Toceno)

Data compilazione scheda: 27/12/2021
Rilevatore: AC

BORGOSESIA (Vc). Chiesa di Sant’Antonio e Santo Stefano

La chiesa è a lato di Piazza Martiri, Via Combattenti d’Italia 1
https://goo.gl/maps/m6Z9kKZADgsrNtiM9

 

Chiesa del XVIII secolo dedicata a S. Antonio abate e a S. Stefano protomartire, ma comunemente nota solo come Sant’Antonio.
All’interno della chiesa, ricca di affreschi, sculture e pitture del Seicento e Settecento, è possibile ammirare l’ostensione del telo quaresimale detto Fastentuch, un grandioso drappo (7 x 9,25 m) del 1625 nel quale sono state dipinte le scene e gli elementi simbolici della Passione di Gesù.

 

Link:
https://fondoambiente.it/luoghi/chiesa-di-s-antonio-piazza-martiri?ldc

Data compilazione scheda: 26/12/2021
Rilevatore: AC

GRIGNASCO (NO). Cappella di Sant’Antonio abate

Frazione Casa Negri. Cà Trimpella. Via Negri 4-6
https://goo.gl/maps/qZcfS11wzRiPwN5B7

 

Piccola cappella agreste sul lato destro della strada che dalla frazione risale sino ai piedi della collina di Boia e che fu probabilmente commissionata da importanti famiglie del luogo. Sicuramente edificata prima del Cinquecento per gli affreschi datati 1539 e in un punto sovrapposti ad altri precedenti.
Si tratta di una piccola costruzione, orientata est-ovest, a pianta quadrata(circa 2,50 x 2,50 m lo spazio interno della navata), aperta in facciata, coperta con volta ogivale e conclusa da un’absidiola semicircolare con l’altare: una cancellata in ferro battuto ne protegge l’accesso su tre lati.
Gli affreschi, che rivestono tutto l’interno, la facciata, la parete esterna sinistra e parte della destra, sono di rilevante qualità artistica e rivelano la presenza di almeno due fasi decorative sovrapposte.
Il tema iconografico è rappresentato dalle storie della Vita e della Passione di Cristo a partire dalla Natività nell’abside e l’Adorazione dei Magi sulla parete interna sinistra, cui seguono cronologicamente l’Ultima Cena in basso sulla parete interna a destra, l’Orazione nell’orto sulla parete esterna sinistra, la Salita al Calvario nella zona alta della parete interna destra e un’ampia Crocifissione sull’arcata absidale.

All’esterno altre figure di Santi, tra cui, sui contrafforti della facciata, san Genesio con sopra la data del 1539 e sant’Antonio Abate a destra.
Gli affreschi sono attribuiti alla bottega di Angelo de Canta, attivo in altre chiese a Grignasco.

 

Immagini e info da:
https://www.invalsesia.it/cappella-di-santantonio-a-grignasco/

https://www.comune.grignasco.no.it/it-it/vivere-il-comune/cosa-vedere/cappella-di-s-antonio-ca-trimpella-19160-1-dbcc1fb8c7185fc4174435392f498504

Data compilazione scheda: 26/12/2021
Rilevatore: AC