VENEZIA. Chiesa di S. Maria Formosa, polittico con s. Antonio abate di Palma il Vecchio

La Chiesa della Purificazione di Maria, detta anche di Santa Maria Formosa, secondo la tradizione, fu eretta nel VII secolo da San Magno, vescovo di Oderzo, al quale sarebbe apparsa Maria nell’aspetto di una bellissima (formosa) matrona.
Ricostruita nelle forme attuali da Mauro Coducci (1492), prospetta sul campo con una bassa facciata ornata da lesene e statue del principio del XVII sec.

 

Cappella della Scuola dei Bombardieri, nel transetto.
Un grande altare barocco, a sostituzione dell’originario, contiene il grande polittico a olio su tavole di Jacopo Negretti detto Palma il Vecchio (1480 circa – 1528), forse l’opera sua più famosa (inizio XVI secolo, 1510-15 circa). Al centro la figura di Santa Barbara con in evidenza due cannoni, le bombarde, riferimento alla scuola che commissionò l’opera; a destra in basso, Sant’Antonio abate e, in alto, San Vincenzo Ferreri; a sinistra in basso, San Sebastiano e, in alto, San Giovanni Battista; nella cimasa è raffigurata una Pietà.
Originariamente (cfr. Lorenzetti) era sistemato entro una cornice lignea scolpita e dorata, datata intorno al 1509. Per la datazione qui riportata, cfr. Spadari M., La chiesa di Santa Maria Formosa, tesi di laurea, Univ. di Venezia, 1986-87, prof. P. Rossi

 

 

La tavola di 138 x 45 cm, raffigura sant’Antonio abate, con barba scura, saio e mantello, ha la mano destra appoggiata su un bastone a tau e la sinistra tiene il fuoco. Un maialino nero è ai suoi piedi a destra.

 

Link:
https://catalogo.beniculturali.it/detail/HistoricOrArtisticProperty/0500245823A-1

https://catalogo.beniculturali.it/detail/HistoricOrArtisticProperty/0500245823A-3

https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_di_Santa_Maria_Formosa#:~:text=La%20chiesa%20della%20Purificazione%20di,Si%20affaccia%20sul%20campo%20omonimo.


Regione Veneto