PIOZZO (Cn). Chiesa del Santo Sepolcro, affresco raff. sant’Antonio abate

Edificata probabilmente nel X secolo su un largo pianoro che si estende fino al fiume Tanaro, la Chiesa del Santo Sepolcro è stata la prima Parrocchiale fuori le mura del paese.

Di stile Romanico, è costruita in pietra naturale con alternanza di file di mattoni rossi disposti a spina di pesce e archetti pensili che seguono il profilo del tetto.
Diversa è la costruzione dell’abside in stile Gotico con tetto in lose di pietra, probabilmente ricostruito o aggiunto nel XV secolo. In questo periodo la chiesa aveva funzione di rifugio e riparo per viandanti e pellegrini e il grande riquadro sulla facciata a lato dell’ingresso probabilmente ritraeva S. Cristoforo ora irrimediabilmente perso.

Note storiche:
L’interno è povero ed essenziale con muri di pietra non intonacati e luce soffusa per favorire la concentrazione e la preghiera.
Gli affreschi si concentrano sulle pareti del presbiterio e recano la data 1481 ad opera di Giovanni Mazzucco. I Santi, riquadrati in spazi ben delineati, ci riportano ad una fede sincera, schietta e popolare.
Sant’Antonio Abate e San Rocco protettori contro la peste e le malattie della pelle (il famoso e tremendo “Fuoco di Sant’Antonio”), Santa Lucia protettrice della vista e degli occhi, San Michele, San Giorgio e la Madonna del Latte aiutano e sostengono nella vita quotidiana.
La Natività è dipinta con riferimenti ad oggetti ed alimenti di uso quotidiano: la culla di vimini del Bambino, una formaggetta, la treccia d’aglio e il barilotto del vino. Sulle pareti della navata spiccano la bella iconografia della Madonna con il Bambino che tiene tra le mani la rondine e la figura di Cristo risorto che esce vittorioso dal sepolcro.

 

Rilevatore: Feliciano Della Mora

Data ultima verifica sul campo: 09/03/2014


Provincia Cuneo
Regione Piemonte