CIVITANOVA MARCHE (MC). Chiesa di San Paolo apostolo, statua di s. Antonio abate, XIV secolo

La chiesa di San Paolo si trova nella parte alta della città,  Piazza della Libertà.

La statua lignea, dipinta, misura: altezza 205 larghezza 95 profondità 80 cm. Oggi di proprietà del Comune di Civitanova Marche.

Il Santo, seduto, si presenta nell’iconografia più consueta: calvo, con lunga barba bianca, tunica scura, nella mano sinistra il pastorale (sostituito in epoca successiva), la mano destra è sollevata nel gesto della benedizione. Le inconsuete dimensioni monumentali spiegano una certa semplificazione delle forme, che tuttavia non deve far credere di trovarsi di fronte a un lavoro di modesta qualità. I panneggi sono infatti squadrati in poche ma ben architettate pieghe, mentre il volto assume forme geometriche di potente evidenza.
Risale alla seconda metà del Trecento e ne è considerato autore uno dei maggiori intagliatori di quel secolo nelle Marche: il Maestro dei Magi di Fabriano, identificabile con Fra’ Giovanni di Bartolomeo, monaco olivetano e scultore fabrianese della seconda metà del XIV secolo. Vedi Mazzalupi-Una_proposta_per_il_Maestro_dei_Magi

La statua lignea è stata restaurata dalla dottoressa Maria Laura Passarini e la spesa di 15.000 euro finanziata dalla Fondazione Carima. Sulla scultura si è proceduto, in primis alla rimozione di tutti i depositi incoerenti di ridipinture ed al trattamento contro gli insetti xilofagi, quindi sono stati effettuati interventi per il recupero delle tre dita della mano benedicente del santo (erano tarlate, spezzate e mal riattaccate con chiodi metallici); al risanamento e consolidamento delle fenditure nel legno mediante inserimento di innesti lignei, al ripristino della struttura portante della statua che era gravemente danneggiata ed instabile; e alla protezione della superficie decorata mediante applicazione di cera.

Il 17 Gennaio 2022 il sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica, ha dichiarato: “Seppur in forma ristretta per motivi legati alla pandemia, abbiamo voluto celebrare la festività onorando Sant’Antonio Abate, protettore degli animali domestici, con il ritorno della  statua lignea in Chiesa dopo i lavori di restauro. Per il secondo anno consecutivo siamo costretti a non poter organizzare i tradizionali festeggiamenti in piazza con la consueta benedizione riservata agli amici a quattro zampe, in presenza soprattutto dei bambini a cui auguro “di cuore” che questo triste periodo legato alla pandemia termini al più presto per consentire loro di vivere ogni occasione di festa con gioia e spensieratezza”.

Fonte:
https://picchionews.it/varie/civitanova-la-statua-di-sant-antonio-torna-a-casa-dopo-i-lavori-di-restauro

La statua si trovava nella Chiesa di Sant’Agostino, nel primo altare a destra, appena si entrava dal portale principale, ma in origine la statua si trovava sull’altare maggiore. Successivamente fu trasferita nella cappella di San Marone, all’interno della Chiesa di San Paolo, sempre a Civitanova Alta.  L’impianto originale romanico-gotico della chiesa di Sant’Agostino è del XIII secolo ed era inizialmente intitolata a Sant’Antonio abate.
Nel XVIII secolo la chiesa è stata rimaneggiata e intitolata a Sant’Agostino.  Attualmente l’interno della chiesa è stato trasformato in Auditorium.

 

Data compilazione scheda: 24 / 1 / 2022
Rilevatore: AC


Regione Marche