GRAN BRETAGNA – LONDRA. National Gallery, “Madonna con i ss. Antonio abate e Giorgio”, di Pisanello, 1445 ca.

Dipinto a tempera su tavola di legno di 47 x 29 cm.
Inventario numero NG776

L’opera faceva parte della collezione Costabili a Ferrara, dove fu citato nel 1841 nella descrizione del Laderchi.
Nel 1862 venne messa in vendita e acquistata da sir Charles Eastlake il primo direttore della National Gallery. Il dipinto non era in buone condizioni e sir Eastlake lo fece restaurare e dotare di una nuova cornice. Pochissima della superficie della parte superiore del dipinto è originale, ma il restauro sembra essere stato ragionevolmente fedele. In alcuni punti possiamo vedere il disegno di base attraverso gli strati restaurati, come nei volti della Vergine col Bambino. L’elaborata cornice dorata contiene copie di medaglie con ritratti di Pisanello e Leonello d’Este perché, secondo una tradizione, san Giorgio rappresenterebbe il signore di Ferrara.
Nel 1867 la vedova di sir Eastlake cedette il dipinto al museo londinese.

 

Anche noto come “Apparizione della Madonna ai ss. Antonio abate e Giorgio”.
In alto la Vergine col Bambino si abbracciano in uno sprazzo di sole dorato che esplode in un cielo azzurro; sotto, i due Santi stanno in un deserto boscoso. Sulla sinistra sant’Antonio abate, con ai piedi il maiale, suona il campanello e guarda san Giorgio che indossa un’armatura del XV secolo e un elegante cappello di paglia, alla moda del tempo, mentre il drago si attorciglia intorno alle sue gambe.
Questa è l’unica opera firmata superstite del Pisanello (prima del 1395 – 1455): “Pisanus p[inxi]t” ha la forma di fronde di vegetazione arricciate con piccoli fiori blu agli angoli – proprio al centro, in basso.
Non sappiamo per chi sia stato realizzato questo dipinto, che era un unico pannello e di piccole dimensioni, probabilmente per il culto privato. L’iconografia è insolita e doveva avere un significato particolare per il committente originario.
Pisanello era famoso soprattutto in vita per le sue immagini di animali. Nessun disegno preparatorio per questo pannello sopravvive, ma cinghiali e draghi simili si trovano nei disegni a lui attribuiti (ora al Louvre, Parigi e al Museo Fitzwilliam, Cambridge). Ha spesso riutilizzato dettagli da disegni e modelli, rendendo difficile datare questo pannello. Il muso dei cavalli, visibili sulla destra del dipinto dietro s. Giorgio, sono vicini ai disegni che Pisanello realizzò per gli affreschi di Sant’Anastasia a Verona intorno al 1434–8. Il pannello è stato probabilmente dipinto successivamente.

 

Link:
https://www.nationalgallery.org.uk/paintings/pisanello-the-virgin-and-child-with-saints

https://it.wikipedia.org/wiki/Madonna_tra_i_santi_Antonio_Abate_e_Giorgio
Data compilazione scheda: 18-2-2022


Regione Estero