VENASCA (CN). Cappella di Sant’Antonio

La cappella sorge in posizione isolata a poche centinaia di metri da borgata Lussia, lungo una strada che collegava il capoluogo comunale con alcune frazioni della regione Opaco di Venasca.
Via Sant’Antonio.  https://goo.gl/maps/DVYsMPVxJqt7rhVo8

 

Si ignora la data di edificazione; si inizia a trascrivere le spese nel Libro dei Conti nell’anno 1684
Lavori di ristrutturazione nel 1880.

L’affresco della facciata, che mostra la Madonna tra sant’Antonio abate (a sinistra) e sant’Antonio di Padova (a destra), è opera di Netu Borgna di Martiniana (attivo tra il 1880 ed il 1901, n.d.c.) (Ponso, 2004, p. 138)
Nel 1927 furono fatti restauri ed un certo ampliamento della cappella.
Consta di un unico ambiente (ad eccezione della sacrestia sul retro dell’altare) e di un campanile addossato alla parete Est.

“Le feste sono: S. Antonio abate, il terzo sabato di gennaio; S. Antonio da Padova, il secondo sabato di giugno” (Ponso, 2004, p. 139)

 

Bibliografia:
Ponso Aldo, Venasca: un paese da riscoprire, s.n.,  Base Grafica, Cuneo  2004

Info e immagini da:
http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it/chieseitaliane/AccessoEsterno.do?mode=guest&type=auto&code=46837

Data compilazione scheda: 30/12/2021
Rilevatore: AC


Provincia Cuneo
Regione Piemonte