USA – WASHINGTON. National Gallery of Art, quattro tavole con storie di s. Antonio abate del “Maestro dell’Osservanza”, 1430-35

Originariamente i pannelli facevano parte di una pala d’altare, la serie comprende otto opere, ora suddivise tra i musei di New York,  New Hawen e Berlino, oltre a questi quattro.
Per approfondire gli altri pannelli vedi:
https://www.santantonioabate.afom.it/gli-otto-pannelli-con-storie-della-vita-di-s-antonio-abate-del-maestro-dellosservanza-sano-di-pietro-1430-35/

Il Maestro dell’Osservanza, attivo a Siena dal 1420 al 1440, è identificato con Sano di Pietro (1405 – 1481).
Tutti pannelli sono in mostra: West Building, Main Floor – Gallery 03

I primi tre facevano parte dei pannelli laterali del polittico.

Sant’Antonio distribuisce le sue ricchezze ai poveri,
Tavola in legno di pioppo dipinta a tempera; superficie dipinta 46,4 x 33,6 cm, (pannello intero 47,1 x 34,6 cm
.Inventario numero 1952.5.20
Proveniente dalla Samuel H. Kress Collection, nel 1952

Nel dipinto sono mostrate due scene: Antonio torna a casa nel suo palazzo senese: visto prima di profilo mentre scende al piano di sotto, borsa in mano, e poi fuori in strada, ancora nei suoi abiti cremisi foderati di pelliccia , ma questa volta tra i bisognosi: i scalzi, i curvi, la vedova con la toga rattoppata, che mendicano i suoi figli. Due ciechi stanno per incrociarsi, uno di loro coraggiosamente guidato da un terrier dal pelo ispidi e a macchie. Sebbene la messa in scena di questa strada contemporanea sembri così semplice, nessun artista precedente aveva coreografato in modo così significativo il movimento dei passanti, né il coinvolgimento di un patrizio con la gente comune. Questo tipico palazzo senese, con le sue finestre gotiche a colonne e la facciata scolorita in terra di Siena bruciata, è animato da continue invenzioni: persiane, piante, applique in metallo, scorci interni.

 


 

Sant’Antonio lascia il suo monastero, benedetto da un vecchio monaco
Tempera su pannello di pioppo, superficie dipinta, 46,3 x 33,1 cm (pannello completo 47,2 x 35 cm)
Inventario numero 1952.5.21
Proveniente dalla Samuel H. Kress Collection, nel 1952.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Incontro di sant’Antonio e san Paolo eremita
Tempera su pannello di pioppo, 46,5 x 33,4 (pannello completo 47 x 33,6 cm)
Inventario numero 1939.1.293
Proveniente dalla Samuel H. Kress Collection, nel 1939

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Morte e funerali di sant’Antonio
 Questo quarto pannello, per le sue dimensioni, faceva parte della predella del polittico.
Tempera su pannello di pioppo; superficie dipinta di 36,3 x 38,5 cm (pannello completo 37,5 x 39,5cm)
Inventario numero 1952.5.73
Proveniente dalla Samuel H. Kress Collection, nel 1952


Immagini e info da:
https://www.nga.gov/collection/artist-info.10791.html#works

https://www.nga.gov/collection/art-object-page.41630.html

https://www.nga.gov/collection/art-object-page.41631.html

https://www.nga.gov/collection/art-object-page.436.html

https://www.nga.gov/collection/art-object-page.41688.html

GERMANIA – BERLINO. Staatliche Museen, Gemäldegalerie, tavola con “Messa di s. Antonio abate”, Maestro dell’Osservanza, circa 1435-40

Originariamente i pannelli facevano parte di una pala d’altare, la serie comprende otto opere, ora suddivise tra i musei di New York, Washington e New Hawen, oltre a questo conservato a Berlino.
Per approfondire gli altri pannelli vedi:
https://www.santantonioabate.afom.it/gli-otto-pannelli-con-storie-della-vita-di-s-antonio-abate-del-maestro-dellosservanza-sano-di-pietro-1430-35/
 

Tavola di legno di pioppo, superficie dipinta 46 x 32,5 cm (pannello totale 46,8 × 33,4 cm)
Il Maestro dell’Osservanza, attivo a Siena dal 1420 al 1440, è identificato con Sano di Pietro (1405 – 1481).
Numero inventario 63D
Acquisito dal Museo nel 1910

La somiglianza della chiesa gotica raffigurata con il Duomo di Siena è stata notata da tempo, e testimonianze più recenti hanno dimostrato che la cappella in cui si celebra la Messa è quella di Sant’Ansano, a sinistra dell’altare maggiore del Duomo.
Due episodi sono mostrati contemporaneamente nel pannello di Berlino. Sullo sfondo è visibile una scena in cui il Santo ragazzo si inginocchia in preghiera davanti all’altare maggiore di una chiesa gotica, e in primo piano Antonio giovane ricco di 18 o 20 anni, sei mesi dopo la morte dei genitori, assistendo alla messa, mentre il sacerdote gli legge le parole del Vangelo di san Matteo (19,21): «Se vuoi essere perfetto, va’ e vendi tutti i tuoi averi e dai il denaro ai poveri, e avrai un tesoro in cielo. Allora vieni e seguimi». Quando Antonio udì queste parole, come se provenissero da Dio, e si accorse che Dio le aveva dette a lui e per lui, prese a cuore il comando di Dio.

 

Immagine da Wikimedia
Link:
http://www.smb-digital.de/eMuseumPlus?service=direct/1/ResultLightboxView/result.t2.collection_lightbox.$TspPortfolioElementHandler$0.link&sp=10&sp=Scollection&sp=SfieldValue&sp=0&sp=0&sp=3&sp=Slightbox_3x4&sp=0&sp=Sdetail&sp=0&sp=F&sp=l867047&sp=T

USA – NEW HAVEN. Yale University Art Gallery, tavole con “S. Antonio tentato dal diavolo in forma di donna” e “S. Antonio tormentato dai demoni”, del Maestro dell’Osservanza, circa 1435-40

Originariamente i pannelli facevano parte di una pala d’altare, la serie comprende otto opere, ora suddivise tra i musei di New York, Washington e Berlino, oltre a questi due.
Per approfondire gli altri pannelli vedi: https://www.santantonioabate.afom.it/gli-otto-pannelli-con-storie-della-vita-di-s-antonio-abate-del-maestro-dellosservanza-sano-di-pietro-1430-35/

 

Il primo pannello: “S. Antonio tentato dal diavolo in forma di donna”
Tempera e oro su tavola , superficie dipinta 37,9 x 40,2 cm (pannello totale 38, 4 x 40,4 cm) Faceva parte della predella del polittico.
Il Maestro dell’Osservanza, attivo a Siena dal 1420 al 1440, è identificato con Sano di Pietro (1405 – 1481).
Inventario numero 1871.57
Acquistato nel 1871 dalla Yale University, all’asta della collezione James Jackson Jarves (1818-1888).

In questa tavola, sant’Antonio, ritirandosi a una vita di astinenza e di isolamento, è assalito dalle tentazioni della carne. Le ali della seduttrice a destra la identificano come un diavolo dissimulatore.

Immagine e info da:
https://it.wikipedia.org/wiki/File:Saint-anthony-tempted-by-the-devil-in-the-guise-of-a-woman–_Master_Osservanza.jpg

https://artgallery.yale.edu/collections/objects/317

 


 

Il secondo pannello: “S. Antonio tormentato dai demoni”. Era un pannello laterale del polittico.
Tempera su tavola di 47,5 × 34,3 cm
Inventario numero 1871.58
Acquistato nel 1871 dalla Yale University, all’asta della collezione James Jackson Jarves (1818-1888).
Maestro dell’Osservanza, attivo a Siena dal 1420 al 1440, identificato con Sano di Pietro (1405 – 1481).

 

Immagini e info da:
https://it.wikipedia.org/wiki/File:Saint-anthony-tempted-by-the-devil-in-the-guise-of-a-woman–_Master_Osservanza.jpg

https://artgallery.yale.edu/collections/objects/318

ORTA SAN GIULIO (NO). Basilica di San Giulio, affresco di s. Antonio abate

Lago d’Orta. Isola di San Giulio.

 

Per la storia e descrizione dell’edificio rimandiamo a:
http://archeocarta.org/orta-san-giulio-no-basilica-di-san-giulio/

 

La Basilica conserva affreschi di varie epoche, spesso non facilmente databili. Esempio eclatante di queste difficoltà interpretative è l’affresco di sant’Antonio abate del terzo pilastro della navata sinistra: per molti decenni ritenuto la più antica pittura datata della chiesa; negli ultimi anni è stata invece proposta, e ampiamente accettata, la lettura della data posticipata di un secolo, non più il 1421, bensì il 1521. Questo slittamento temporale ha comportato logicamente una revisione dell’autore dell’affresco stesso, attribuito prima a Tommaso Cagnola, poi successivamente alla sua bottega e in particolare a Sperindio Cagnola, autore di altri affreschi della Basilica.
Il Santo ha la mano destra nel gesto di benedizione, la sinistra regge il bastone con la campanella. Vari graffiti alla base della figura, come in altri dipinti nella Basilica, riportano date di pestilenze o altri eventi.

 

Immagine e info da:
http://www.liceogalileiborgomanerogozzano.edu.it/index.php?option=com_content&view=article&id=133&Itemid=227

USA – NEW YORK. Metropolitan Museum of Arts, miniatura con s. Antonio abate, 1480-85

Miniatura eseguita a tempera e oro liquido su pergamena.
Ignoto artista, probabilmente francese (Provenza ?).
Datato al 1480 – 85 circa.
Dimensioni foglio: 15,8 x 10,8 cm; miniatura: 7,5 x 7,4 cm
Inventario numero 1975.1.2467
Al Museo dal 1975, proveniente dalla Collezione Robert Lehman, che l’aveva acquistata nel 1924 da Les Frères Kalebdjian, Parigi.

 

L’anonimo artista che dipinse questa miniatura fu fortemente influenzato dal pittore e miniatore francese Jean Fouquet. Questo foglio apparteneva a un Libro d’ore riccamente illustrato di cui sopravvivono altri 31 fogli staccati. Il gruppo si distingue per l’uso di cornici architettoniche dipinte in modo illusionistico che circondano una scena centrale, in questo caso, sant’Antonio seduto in un paesaggio. Particolarmente degni di nota sono i riflessi in oro liquido splendidamente conservati sulle vesti del Santo e sul bastone.

 

 

Immagine e info da:
https://www.metmuseum.org/art/collection/search/461124