GERMANIA – ALTEMBURG. Lindenau Museum, “Madonna col Bambino, Giovanni Battista, due santi martiri e sant’Antonio abate”, 1534

Tempera su tavola di 115×142 cm
Raffigura “Madonna col Bambino, san Giovanni Battista, due santi martiri (non identificati) e sant’Antonio abate”, 1534
Opera di un ignoto “Maestro dell’Alta Italia del 1534”
Inventario N. 171

Sant’Antonio è raffigurato a destra, con saio bianco e mantello scuro, rosario alla cintura; con un libro nella mano destra e un bastone a tau con campanella nella sinistra; il muso di un maiale sbuca alla sua sinistra.

Link:
https://www.lindenau-museum.de/fruehe-italienische-malerei.html?page_n89=19

https://www.lindenau-museum.de/ueber-das-museum.html

GERMANIA – ALTEMBURG. Lindenau Museum, “Madonna in trono con angeli e santi”, con s. Antonio abate di Mariotto di Nardo, 1380-85

Tempera e oro su tavola di abete, 77,5 x 51,5 cm.
“Madonna in trono col Bambino tra angeli e ss. Giovanni Battista e Antonio abate”.
Opera del 1380-1385 del pittore fiorentino Mariotto di Nardo (1365 circa – 1424).
Inventario numero 67

Sant’Antonio a destra, in piedi con saio e mantello scuri, barba marrone, tieen un libro con la mano sinistra e il bastone a tau con la destra.

 

Link:
https://www.lindenau-museum.de/fruehe-italienische-malerei.html?page_n89=8

https://www.lindenau-museum.de/ueber-das-museum.html

https://www.treccani.it/enciclopedia/mariotto-di-nardo-di-cione_%28Dizionario-Biografico%29/

GERMANIA – ALTEMBURG. Lindenau Museum, trittico “Madonna col Bambino e Santi” con s. Antonio abate di Andrea di Bartolo, 1395-1400

Tempera su tavole di pioppo, totale 52,5 x 53,6 cm.
Madonna in trono col Bambino, Giovanni Battista e Giacomo Maggiore; in alto Crocifissione; anta sinistra in alto arcangelo Gabriele e sotto Santa; anta destra in alto Vergine annunciata e sotto sant’Antonio abate
Opera del 395–1400 circa del pittore senese Andrea di Bartolo (1360/65 circa – 1428).
Inventario numero 58

S. Antonio indossa saio nero e mantello marrone, ha la barba biforcata e tiene con la mano sinistra libro e campanella e con al destra il bastone a tau.

 

Link:
https://www.lindenau-museum.de/fruehe-italienische-malerei/tag/Toskana.html?page_n89=6

https://www.lindenau-museum.de/ueber-das-museum.html

https://www.treccani.it/enciclopedia/andrea-di-bartolo_%28Dizionario-Biografico%29/

CITTÁ DEL VATICANO. Musei Vaticani, tre scomparti di predella con “Storie di s. Antonio abate” di Ventura di Moro, 1420-60

Sant’Antonio Abate trova una pepita d’oro nel deserto;
Sant’Antonio abate tormentato dai demoni

(immagine in alto)
Tempera su tavola di 31,5 x 58,5 cm
Inventario (227 822)

Link:
http://catalogo.fondazionezeri.unibo.it/scheda/opera/12124/Ventura%20di%20Moro%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20trova%20una%20pepita%20d%27oro%20nel%20deserto%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20tormentato%20dai%20demoni


Sant’Antonio abate visita san Paolo primo eremita nel deserto;
Sant’Antonio abate seppellisce san Paolo eremita aiutato da due leoni


Tempera su tavola di 31.5 × 56.5
Inventario 79

Link:
http://catalogo.fondazionezeri.unibo.it/scheda/opera/12115/Ventura%20di%20Moro%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20visita%20san%20Paolo%20primo%20eremita%20nel%20deserto%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20seppellisce%20san%20Paolo%20primo%20eremita%20aiutato%20da%20due%20leoni


Sant’Antonio Abate sul letto di morte;
Funerali di sant’Antonio Abate


Tempera su tavola di 31.5 × 57.5 cm
Inventario 81

Link:
http://catalogo.fondazionezeri.unibo.it/scheda/opera/12130/Ventura%20di%20Moro%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20sul%20letto%20di%20morte%2C%20Funerali%20di%20sant%27Antonio%20Abate

 

Opere di Ventura di Moro, un artista fiorentino ampiamente documentato dalle fonti (1395/1402 – 1486). Un tempo era noto come Pseudo Ambrogio di Baldese; è stato però identificato da Enzo Carli nel 1972 attraverso la lettura del nome del pittore sul manto della piccola Madonna con Bambino proveniente dal convento di Santa Maria Maddalena di Siena ed ora nella locale Pinacoteca Nazionale. Oggi l’attribuzione di alcune opere, in passato attribuite a Ventura, è stata rivista a favore di Lippo di Andrea.

Bibliografia:
E. Carli, Chi è lo “Pseudo Ambrogio di Baldese”, in: Studi di storia dell’arte in onore di Valerio Mariani, Napoli, 1971, pp. 109-112


Link:

https://it.wikipedia.org/wiki/Ventura_di_Moro

PRATO. Museo civico di Palazzo Pretorio, “Tabernacolo del Mercatale” con s. Antonio abate di Filippino Lippi, 1498

Affreschi strappati e applicati su masonite. Madonna col Bambino e i santi Antonio abate, Margherita, Stefano e Caterina d’Alessandria, opera detta “Tabernacolo del Mercatale”.

La Madonna col Bambino (al centro), 226 x 108 cm, Santi Antonio abate e Margherita (laterale sinistro), 170 x 82 cm; Santi Stefano e Caterina d’Alessandria (laterale destro), 170 x 82 cm, Grottesche (volta). Datato 1498 nella volta, fu probabilmente realizzato nell’estate di quell’anno da Filippino Lippi (Prato, 1457 – Firenze, 1504; il diminutivo per distinguerlo dal padre Filippo anch’egli noto pittore), allievo di Botticelli.

Il Tabernacolo del Mercatale fu celebrato dal Vasari come una delle meraviglie di Prato per la straordinaria dolcezza e la particolare modulazione della luce.
Commissionato dalla famiglia Tieri per il “Canto al Mercatale, vicino a certe case […] dirimpetto alle monache di Santa Margherita”, scriveva Giorgio Vasari nel 1550.
La cornice dipinta sotto la Madonna e il Bambino include lo stemma dei Tieri, un’importante famiglia pratese che, come Filippino, possedeva una casa nei pressi del tabernacolo.

Il tabernacolo, gravemente danneggiato durante un bombardamento nel 1944, fu recuperato e ben restaurato, poi trasferito al Museo Civico.

La figura di sant’Antonio presenta il viso di notevole espressività.

 

Link:
https://www.palazzopretorio.prato.it/it/il-museo/percorso-espositivo/filippino-lippi-prato/

https://it.wikipedia.org/wiki/Filippino_Lippi

https://www.analisidellopera.it/tabernacolo-del-canto-del-mercatale-filippino-lippi/

 


Il Museo conserva anche una terracotta robbiana con s. Antonio abate, proveniente dall’antico oratorio, vedi scheda:
https://www.santantonioabate.afom.it/prato-oratorio-di-santantonio-abate/