USA – CAMBRIDGE. Harvard Art Museums, trittico “Crocifissione, sant’Antonio abate e san Nicola” di Lorenzo di Niccolò, XV secolo

Tempera su pannello di 53,98 x 95,25 cm
Attribuita al pittore Lorenzo di Niccolo (1373/91 – 1411/12).
Inventario numero 1958.32.A-C

Dono di George W. Naumburg all’Harvard Art Museums/Fogg Museum, 1958

 

 

Link:
https://harvardartmuseums.org/collections/object/228606?position=33

COLLOCAZIONE IGNOTA. Tavola “Sant’Antonio abate e santa Lucia”, attribuito a Lippo di Andrea, 1420 circa

Tempera su tavola, scomparto probabilmente dal polittico di Lippo di Andrea dalla scomparsa chiesa di S. Lucia a Casciano a Barberino Val d’Elsa.

In Collezione privata, Chicago (IL) (Illinois, USA). Proviene da Collezione privata (Germania), segnalato nel 1972.

L’attribuzione dello scomparto a Lippo di Andrea (c. 1370 – post 1447) deriva dal confronto con gli altri elementi del polittico.
L’identificazione dello Pseudo Ambrogio di Baldese con Lippo di Andrea è stata proposta da S. Padovani, in Tesori d’arte antica a San Miniato, San Miniato – Genova, 1979, pp. 55-56.
La precedente identificazione dello Pseudo Ambrogio di Baldese con Ventura di Moro è stata proposta da E. Carli, Chi è lo “Pseudo Ambrogio diBaldese”, in: Studi di storia dell’arte in onore di Valerio Mariani, Napoli,1971, pp. 109-112

Link:
http://catalogo.fondazionezeri.unibo.it/scheda/opera/11708/Ventura%20di%20Moro%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20e%20santa%20Lucia

COLLOCAZIONE IGNOTA. “Matrimonio mistico di s. Caterina e Santi” con s. Antonio abate di Lippo di Andrea, inizi XV secolo

Tempera su tavola di 37 x 59 cm.
Attribuito al pittore fiorentino Lippo di Andrea (c. 1370 – post 1447).
In vendita da Ars Antiqua srl.

Sant’Antonio abate si trova a sinistra in secondo piano, tiene in mano il bastone a tau.

Link:
https://www.anticswiss.com/fine-art-antiques/lippo-d-andrea-mystical-marriage-of-s-catherine-and-saints-31070

USA – PROVIDENCE. Rhode Island School of Design Museum of Art, tavola “ S. Antonio abate in trono con angeli e donatori” di Spinello Aretino, 1385

Tempera e oro su pannello di 232,4 x 92,1 x 22,2 cm.
Attualmente è attribuita a Spinello Aretino (Capolona, 1350 circa – 1410), realizzata nel 1385.

Inventario numero 16.243
Donato al museo da Jesse H. Metcalf.

S. Antonio è seduto in trono davanti a due committenti inginocchiati. Indossa una veste nera e un mantello bianco, come quello indossato dai monaci benedettini nell’Italia del XIV secolo, suggerendo che questa rappresentazione potrebbe essere stata commissionata per una delle loro chiese.
In alto due angeli reggicortina e nella cuspide il busto di Cristo.

Sant’Antonio tiene nella mano destra un bastone con terminazione a riccio; nella sinistra un libro appoggiato alle ginocchia in verticale; un maialino della cinta senese è a destra in basso.

 

Link:
https://risdmuseum.org/art-design/collection/st-anthony-abbot-enthroned-16243?return=%2Fart-design%2Fcollection%3Fsearch_api_fulltext%3Dst%2Banthony%2Babbot#content__section–description–840491

https://www.treccani.it/enciclopedia/spinello-aretino_%28Enciclopedia-dell%27-Arte-Medievale%29/

VENEZIA. Galleria di Palazzo Cini, polittico “Madonna in trono con il Bambino e quattro Santi”, con s. Antonio abate di Lorenzo di Niccolò, 1404

Tempera e oro su tavola, tavola centrale 138,5 × 51,5 cm, tavola sinistra 110,5 × 65,5, tavola destra 109,5 × 66,5 cm.
Opera di Lorenzo di Niccolò (Toscana, attivo dal 1392 al 1411)
Inventario numero 336
Localizzazioni precedenti:Collezione Y. Cini Alliata di Montereale, Taormina; Asta American Art Galleries, New York (NY) vendita Pepoli, 18-19 gennaio 1929; Collezione G. Toscanelli, Pontedera (Toscana).

Raffigura: Madonna con Bambino in trono, (pannello a sinistra) sant’Antonio abate e san Lorenzo, (pannello a destra) san Giovanni Battista e sant’Agata; nelle cuspidi al centro Cristo Redentore benedicente, ai lati quattro Evangelisti.
Sulla predella, a sinistra sant’Antonio abate tormentato dai demoni, episodio della vita di san Lorenzo, San Michele Arcangelo, al centro Cristo in pietà tra la Madonna e san Giovanni Evangelista; santo Vescovo, Battesimo di Cristo, martirio di sant’Agata.

Sant’Antonio è nella consueta iconografia con saio, mantello, bastone a tau e libro rosso.

Nella predella l’episodio in cui è tormentato dai diavoli.

Link:
http://catalogo.fondazionezeri.unibo.it/scheda/opera/4433/Lorenzo%20di%20Niccol%C3%B2%2C%20Madonna%20con%20Bambino%20in%20trono%2C%20Sant%27Antonio%20Abate%20e%20san%20Lorenzo%2C%20San%20Giovanni%20Battista%20e%20sant%27Agata%

http://www.arte.it/foto/600×450/62/24085-Il_polittico_di_Lorenzo_di_Noccol_.jpg